REKICO - pausa caffè

PRINCIPALI MISURE DEL GOVERNO PER EMERGENZA COVID19

Cari utenti,

stiamo vivendo giorni davvero difficili sia dal punto di vista umano sia dal punto di vista lavorativo. È una situazione a cui certamente non eravamo preparati, e forse, era impossibile esserlo, vista l’eccezionalità di questa pandemia.
Non vogliamo sostituirci all'attività dei vostri consulenti, ma vogliamo semplicemente riassumere per voi alcune misure di aiuto concreto per il B2B, create ad hoc dal Governo e dalle Regioni per contrastare la crisi dovuta al Covid-19.
Rekico è in costante contatto con i propri consulenti esterni per analizzare e darvi consigli sulle varie problematiche che stanno emergendo, e far valere i vostri diritti.
Non esitate a contattarci per eventuali richieste di approfondimento su tali misure.
Dobbiamo avere fiducia, uniti ce la faremo!

MISURE PER IL SOSTEGNO ALLA LIQUIDITA'

Concessione garanzie sino al 31/12/2020 ai finanziamenti per liquidità richieste dalle piccole e medie imprese, inclusi professionisti e lavoratori autonomi (artigiani e commercianti).

a. Durata del finanziamento non superiore ai 6 anni e preammortamento fino a 24 mesi;
b. L’impresa richiedente, al 31/12/2019, non deve essere classificata come impresa in difficoltà ai sensi del Regolamento UE n. 651/2014 e al 29/02/2020
c. L’importo del prestito assistito da garanzia non può essere superiore al maggiore dei seguenti elementi:
- 25% del fatturato del 2019;
- Il doppio dei costi del personale sostenuti nel 2019
d. La garanzia copre:
- Il 90% del finanziamento richiesto se azienda con meno di 5.000 dipendenti e con fatturato inferiore a 1,5 miliardi di euro;
- L’80% se il fatturato va da 1,5 sino a 5 miliardi di euro;
- Il 70% se il fatturato è superiore a 5 miliardi di euro;

Fonte: DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23 “Decreto Liquidità” art.1

FONDO CENTRALE DI GARANZIA PMI

Fino al 31/12/2020 per le piccole e medie imprese si applicano le seguenti misure:
- Garanzia gratuita;
- Possibilità di copertura fino al 100%;
- Importo finanziabile fino al 25% del fatturato dell’anno 2019;
- Possibilità di garanzia aggiuntiva da parte dei CONFIDI

Fonte: DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23 “Decreto Liquidità” art.13


CREDITO IMPOSTA PER BOTTEGHE E NEGOZI

È riconosciuto un credito di imposta utilizzabile in compensazione, per l’anno 2020, nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Fonte: DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 “Cura Italia” art. 65

MISURE DI SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE COLPITE DALL’EPIDEMIA COVID-19

Per mutui e altri finanziamenti a rimborso rateale, il pagamento delle rate o dei canoni leasing in scadenza prima del 30/09/2020 è sospeso fino al 30/09/2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto della sospensione è dilazionato secondo modalità che assicurino l’assenza di maggiori oneri.

Fonte: DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 “Cura Italia” art. 56, comma 2 paragrafo C)

INDENNITÀ 600 EURO

L’art. 28 del decreto-legge 'CuraItalia' riconosce per il mese di marzo 2020 un’indennità pari a 600 euro (non soggetta ad imposizione fiscale) in favore dei lavoratori autonomi iscritti alle gestioni degli artigiani, commercianti e coltivatori diretti, coloni e mezzadri, qualora tali soggetti non siano titolari di pensione.

Fonte: DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 “Cura Italia” art.28
Per richiederlo: https://www.inps.it/

BANDO REGIONE EMILIA ROMAGNA

La Regione mette a disposizione, attraverso il sistema dei Confidi, 10 milioni di euro, a sostegno di una maggiore liquidità per Piccole e medie imprese e professionisti dell’Emilia-Romagna.
È stato approvato in data 17/03/2020, dalla Giunta regionale, una misura per l’abbattimento dei costi per l’accesso al credito finalizzato alla ripresa del sistema produttivo regionale, in seguito all’emergenza sanitaria Covid19.
I destinatari del credito sono sia le imprese che i professionisti di tutti i settori produttivi che debbono avere un’unità locale e/o sede legale nel territorio dell’Emilia-Romagna. Il finanziamento massimo di liquidità è di 150 mila euro. La Regione interviene per l’abbattimento totale degli interessi e delle spese per la pratica.

Fonte: https://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2020/marzo/bando-10-milioni-pmi-professionisti